Il “fenomeno Greta” nel bene e nel male ha generato diversi “scossoni” e anche per i colossi del settore burger è partita la rivoluzione sostenibile dal mese di novembre. Il King dei burger ha annunciato l’eliminazione da tutti i ristoranti italiani dei coperchi in plastica delle bibite e delle cannucce del medesimo materiale. L’obiettivo di questa azione di Burger King è quello di “sensibilizzare e responsabilizzare il consumatore sulle problematiche ambientali”.

L’eliminazione sarà graduale, con una previsione di 200 tonnellate di plastica in meno. Nel territorio italiano la società continuerà, in caso di necessità per il consumo in loco, a fornire cannucce e coperchi in plastica per le bibite, così come nelle modalità di ordinazione drive e take-away, i coperchi continueranno a essere utilizzati per agevolare il trasporto dei prodotti.

“Noi facciamo la nostra parte rendendo i ristoranti sempre più sostenibili e green grazie alle diverse attività che ogni giorno portiamo avanti con entusiasmo, ma un ruolo fondamentale lo giocheranno i nostri clienti, che speriamo apprezzino e supportino la scelta rinunciando alle cannucce e ai coperchi per il proprio bicchiere”, ha commentato l’amministratore delegato di Burger King Restaurants Italia, Andrea Valota. La società ha oltre 200 ristoranti in Italia e fa parte di Restaurant Brands International, gruppo da oltre 30 miliardi di dollari nel sistema di vendita e oltre 25mila ristoranti in 100 Paesi del mondo.

Qualcosa di simile è in cantiere anche per McDonald’s con il concept Better McDonald’s, ideato a Berlino e in fase di sperimentazione in Canada. L'azienda mira al 2021, anno in cui verranno messi al bando i materiali monouso. 

Non solo Greta. Nel 2017 Burger King ricevette un invito anomalo da parte di due piccole clienti di 7 e 9 anni la cui richiesta consisteva nell’eliminare i giocattoli in plastica che venivano dati come regalo, assieme ai pasti. Dopo due anni, nel 2019, questa richiesta è stata esaudita: la petizione delle due bambine ha raccolto più di 500mila firme e l’azienda ha preso posizione in merito, decidendo di eliminare i giocattoli di plastica distribuiti gratuitamente ai bambini.

Per il momento, la decisione riguarda solo i ristoranti del Regno Unito ma viste le recenti politiche plastic free attuate in Italia, non è da escludere che l’idea venga applicata a cascata nei numerosi punti vendita in giro per il mondo.

 

Questa buona politica aziendale è da prendere come esempio anche per tutte quelle realtà commerciali, decisamente più piccole, che si occupano di food. I buoni esempi trascinano e contando che in italia il mercato del settore degli alimentari e della ristorazione è sempre in attivo, sarebbe bello vedere che numerose realtà nostrane possano iniziare a prendere in seria considerazione il pericolo dell’inquinamento nelle sue molteplici forme.

Mettere alla prova il valore della propria offerta commerciale è possibile! Mediante l’analisi da parte di un team di esperti dei servizi offerti, sarà facile conoscere come aumentare prestigio e reputazione. Il Brix - modulo di ricerca di mercato - VALUE SUPPLY, permette alle aziende di confrontare la propria offerta con quella dei concorrenti, valutando la forza dei prodotti o dei servizi e l’efficacia delle leve di marketing adottate.

Con Value Supply puoi conoscere:

  1. se il prodotto o servizio dei competitori dell’azienda è migliore o peggiore
  2. se il prezzo dei competitori è più alto o più basso
  3. se i canali commerciali dei competitori sono più graditi
  4. cosa può incrinare la fedeltà del cliente

In un mondo pieno di inquinamento ambientale e manageriale, Brix Smart Research permette, con piccoli investimenti di denaro, di effettuare studi e analisi dati utili a creare ricchezza e valore sociale. Scegli il meglio, alla giusta portata di portafoglio.

Per conosce il seguente modulo di ricerca o qualsiasi specifica sulla modalità di ricerca sostenibile, strutturata da Brix Smart Research, è possibile scrivere al seguente indirizzo e-mail: info@brix-research.com

Lo staff di ricercatori risponderà a tutti i vostri quesiti.

Articolo a cura di Fabiana Ielacqua – redazione Brix Smart Research