Innovazione e ALTRO ambiente è la tematica che ha attirato la nostra attenzione.

Il pubblico del nostro blog ha imparato a conoscere il taglio editoriale Brix, che spazia dalle notizie locali, regionali, nazionali e internazionali, sempre finalizzate alla divulgazione dei benefit derivati dall’attività di ricerca.

In Brix Smart Research siamo molto ricettivi ai servizi, ai prodotti e alle innovazioni che si sviluppano nella regione Emilia-Romagna, luogo che ha visto nascere, oltre un anno fa, la nostra stessa realtà di ricerca.

Proprio in Emilia-Romagna ha preso vita  PUMS-Piano Urbano della Mobilità Sostenibile di Bologna metropolitana, programma che prevede incontri e tavole rotonde con comuni e cittadini. Esattamente come è avvenuto nel web con UGC -User Generated Content / Contenuto generato dagli utenti- sono sempre di più i cittadini -o utenti web- che contribuiscono alla condividere bisogni e visioni nei confronti di realtà certificate come Comuni, organizzazioni e business unit. Tecnicamente tutto ciò prende il nome di cittadinanza attiva e un esempio di “servizio” nato dalla consapevolezza dei cittadini sono le social street, apparse sul web e diffuse da quasi un decennio.

“Dal virtuale al virtuoso” è un claim che ha spinto cittadini di ogni parte del globo a redigere piani innovativi su mobilità, salute, ambiente, cultura e industria, contribuendo alla nascita di eventi e tavole rotonde.

Nell’ambito del progetto PUMS-Piano Urbano della Mobilità Sostenibile di Bologna metropolitana, sono previsti tre appuntamenti dal 20 al 23 febbraio. Gli incontri pubblici sono organizzati in collaborazione con le Unioni dei Comuni Reno Galliera, Terre d’Acqua e Savena Idice; tecnici e amministratori della Città metropolitana e dei Comuni presenteranno ai cittadini il PUMS a livello metropolitano entrando poi nello specifico delle azioni e degli obiettivi che interessano maggiormente la mobilità di quel territorio e dando ampio spazio al dibattito.

Riportiamo il calendario dei prossimi incontri:

Mercoledì 20 febbraio ore 20.30 Unione Reno Galliera (Sala Polivalente, via del Mincio 1, Castello d’Argile);

Venerdi 22 febbraio ore 18 Unione Terre d’Acqua (Sala del Consiglio, Corso Italia 70, San Giovanni in Persiceto);

Sabato 23 febbraio ore 9.30 Unione Savena Idice (Aula Messieri della Facoltà di Veterinaria, via Tolara di Sopra 43 Ozzano dell’Emilia).

A seguito degli incontri, ogni cittadino avrà la possibilità di inviare fino all’11 marzo le osservazioni ai documenti PUMS mediante il modulo scaricabile dal sito: pumsbologna.it A questo link è possibile sfogliare la pubblicazione digitale che racconta gli obiettivi del PUMS, in modo da arrivare preparati e consapevoli. Da una prima lettura, resa agevole dall’utilizzo di immagini e infografiche, emerge che sempre più cittadini sono alla ricerca di una mobilità ALTRA, caratterizzata da veicoli non inquinanti e dalla condivisione dei mezzi di trasporto. Se da un lato si rafforza la mobilità sostenibile, dall’altro si evidenza il bisogno di un trasporto condiviso e utile alle necessità del momento.

Evidente l’intensificarsi di servizi di car sharing e noleggio a breve termine.

In aumento i comuni che stanno facendo affidamento ai nuovi servizi di ricerca, compresi quelli a marchio Brix. Dopo aver raccolto opinioni, desiderate e aver fatto luce sui punti di forza e di debolezza del loro territorio, sempre più realtà comunali e non, hanno scelto di testare queste nuove idee facendo uso di un “paracadute”. Per evitare flop, Brix Smart Research offre la possibilità di valutare opinioni di stakeholder e cittadinanza attiva mediante tre servizi di ricerca dal basso impatto economico: Ideal Tipo permette di dipingere l’immagine e le caratteristiche di un fornitore ideale, Innovation Next aiuta a testare appeal e novità e infine Go To Market Insight, raccoglie le opinioni prima del lancio di una iniziativa. Innovare in sicurezza, evitando sprechi di risorse e danni di immagine, è la strada che sempre più realtà hanno deciso di percorrere, anche a seguito della nuova visione e cultura che sta diffondendosi sulla tematica ricerche di mercato, divenuta attività sempre meno di nicchia.

Per informazioni sui servizi di ricerca “Brix Smart Research” o per la condivisone dei progetti innovativi messi in atto da attività di ricerca, è sufficiente inviare una e-mail a info@brix-research.com; uno staff di ricercatori sarà a disposizione per la risoluzione delle vostre necessità o provvederà alla divulgazione delle “buone pratiche di ricerca” che avete avuto cura di segnalarci.

 

Articolo a cura di Fabiana Ielacqua – redazione Brix Smart Research