Nel 2020 i taxi saranno dei robot, parola di Tesla! Il marchio del settore automotive ha annunciato una flotta di robotaxi dotate di nuovi microchip, atti a garantire la massima autonomia del veicolo e il massimo relax dei passeggeri. Il guidatore andrà in vacanza, e con lui anche il radar Lidar, tecnologia attualmente utilizzata dalla concorrenza.

“A volte mi gira la testa, testa coda, sto con la mia tipa su una Tesla…” è il ritornello col quale Capo Plaza ci ha fatto ballare negli ultimi mesi. In linea con il sound del trapper, Tesla fa davvero girare la testa a tutti con le sue novità visionarie, fantascientifiche e incredibilmente prossime. Da un lato l’azienda sta rivoluzionando il trasporto pubblico mediante taxi-fantascientifici, dall’altro offre ai guidatori privati, esperienze di guida soft e in totale libertà: mediante l’applicazione di nuovi chip, entro la fine del 2019 sarà possibile guidare senza dover toccare il volante. Tale tecnologia potrà essere montata anche sui modelli costruiti in precedenza con un investimento di circa 5.000 euro. In attesa delle conferme del Codice della Strada, l’annuncio della casa automobilistica ha raccolto numerosi apprezzamenti all’Autonomy day.

Dove sarà possibile trovare i robotaxi?

A seguito di nulla osta da parte di norme e regolamenti in vigore, Palo Alto sarà il luogo di partenza della nuova modalità di trasporto. Tuttavia, considerato il taglio ambizioso del progetto, il marchio californiano continuerà ad essere sotto gli occhi di curiosi, fun, critici e concorrenza.

La partita rimane aperta e al termine del 2019 scopriremo quale sarà l’azienda vincitrice della sfida nel settore elettrico. Tra i concorrenti, Volkswagen e Ford hanno siglato una joint venture per la guida autonoma con investimenti per 1.7 miliardi.

Non ci resta che augurare: che vinca il migliore!

Per i più curiosi, noi di Brix possiamo offrire gli strumenti di ricerca dell’area “Opinioni e Innovazione”, mediante i quali è possibile confrontarsi con esperti ricercatori e valutare le opinioni dei potenziali clienti, in relazione alle innovazioni generate. Il servizio sta incontrando l’interesse di imprenditori, neo-imprenditori e nuove unità di business, grazie alle sue caratteristiche di affidabilità ed economicità. Per informazioni è possibile scrivere una e-mail a info@brix-research.com, indicando desideri e necessità. Uno staff di ricercatori sarà a vostra totale disposizione.

 

Articolo a cura di Fabiana Ielacqua – redazione Brix Smart Research